logo Twitter logo Facebook logo Youtube logo Trentino
Marcialonga Android App Marcialonga Iphone App
Marcialonga bg2Marcialonga bg1Marcialonga bg3
home marcialonga home M. cycling home M. running
Meeting per i Campionati del Mondo 2013 (23/04/2012)
Indici di ascolto da record per le due gare fiemmesi nella tappa 2012

Per il futuro la Val di Fiemme ospiterà fino al 2017 le due tappe finali

Nel 2013 il Tour va in Val Münstair, a casa di Dario Cologna

 

L’eco del successo del Tour de Ski 2012 non si è ancora spenta, soprattutto per quel che riguarda le due giornate finali, disputate, come di consuetudine e come sarà in futuro almeno fino al 2017, in Val di Fiemme.

Ieri a Monaco la FIS ha radunato gli organizzatori di Oberhof, Oberstdorf, Dobbiaco e Val di Fiemme per fare un bilancio tecnico, ma anche dal punto di vista sportivo e televisivo, con una finestra sulla prossima edizione e sul futuro.

È stato l’ultimo atto ufficiale di Jürg Capol, inventore del fortunato torneo dello sci di fondo e che ora è diventato responsabile marketing della FIS per lo sci nordico, e di fatto è stata l’entrata in campo del nuovo direttore della Coppa del Mondo di fondo Pierre Mignerey.

L’edizione passata agli archivi è stata un successo sotto tutti i punti di vista. Lo hanno  rimarcato anche i dati televisivi. La Federazione internazionale ha stimato in 600 milioni i contatti televisivi in tutto il mondo, inclusi, oltre alle dirette, anche i servizi nei TG e gli highlights che hanno celebrato il successo di Cologna e Kowalczyk.

Infront, la società che gestisce i diritti televisivi, ha fornito dati per ogni singolo evento, rapportati al passato e dunque solo di quei telespettatori che hanno seguito in diretta le trasmissioni delle maggiori emittenti europee (ARD/ZDF (Ger), NRK (Nor), RTV (Slo), TVP (Pol), SVT (Swe), Eurosport (Eu), Czech TV (Cze), SRF (Sui) e RAI).

Ancora una volta la Val di Fiemme ha davvero fatto en plein con dati assoluti, ben 32,5 milioni di telespettatori, record inconfutabile. Sabato 7 gennaio, in occasione della gara mass, sono stati 15,4 i milioni di telespettatori a sintonizzarsi sulle emittenti sopra citate e domenica 8 gennaio addirittura 17,1 milioni, con un significativo incremento della gara di sabato rispetto al passato.

Per fare un paragone, le altre tre gare di Dobbiaco hanno avuto rispettivamente 8,6, 5 e 10,4 milioni di telespettatori, o se vogliamo un altro raffronto, la due giorni di Coppa del Mondo a Milano ha avuto 6 e 3 milioni di telespettatori. I dati della Val di Fiemme sono i più alti di tutta la Coppa del Mondo, ad eccezione della gara polacca nella quale la Kowalkzyk era in lizza per vincere la Coppa che ha avuto 17,3 milioni di telespettatori, ma “appena” 23,3 su due giorni, a cui fa eco una poco seguita 50 Km di Holmenkollen con 8,2 milioni di telespettatori.

Voti altissimi anche per l’aspetto organizzativo dell’evento fiemmese sono arrivati da team, atleti e giornalisti, evento che è stato più volte preso ad esempio dai vertici FIS.

Il discorso è scivolato anche sul 2013, un’edizione che tiene conto di un’annata contraddistinta dal Campionato del Mondo che si disputerà in Val di Fiemme il prossimo febbraio, e con queste premesse si avvia a raccogliere un nuovo grande successo.

Le gare del Tour de Ski 2012/2013 saranno spalmate su tre nazioni, con la nuova entrata della Svizzera, in tutto 7 gare in nove giorni.

Lo start sarà nuovamente il 29 dicembre ad Oberhof in Germania (prologo in tecnica libera 2,5 km femminile + 3,75 km maschile), il giorno dopo Oberhof propone una pursuit di 10 e 15 km in classico, l’ultimo dell’anno meritato riposo, mentre il primo di gennaio c’è il debutto in Val Münstair, nel paese di Dario Cologna, con una gara sprint. L’Italia rispetto all’ultima edizione perde una giornata a Dobbiaco, infatti  il giorno 2 la località altoatesina propone la 5 e 10 km in classico, poi il 3 ci sarà la Cortina-Dobbiaco (15 e 35 km in tecnica libera).

Prima di rimettere gli sci e presentarsi in Val di Fiemme per le due classiche giornate finali i partecipanti al 7° Tour de Ski avranno un giorno di riposo. Sabato 5 sarà spettacolo a Lago di Tesero con la mass start di 10 e 20 km, poi domenica ci sarà l’epilogo con la Final Climb e con la proclamazione dei vincitori sull’Alpe Cermis.

Per il 2013/14, siamo però a livello di proposta in attesa di conferma, partenza ad Oberhof il 28 e 29 dicembre, poi il debutto a Lanzerheide (31 dicembre e 1 gennaio) con la Svizzera che alterna la famosa località di sci alpino alla Val Münstair, poi probabilmente tre giornate consecutive in Val di Fiemme oppure una a Dobbiaco e due in Trentino. Per il 2015 apertura ad Oberstdorf, Dobbiaco e Cortina-Dobbiaco e le due giornate finali nella vallata trentina.

Nel frattempo, ancora “meeting” in Val di Fiemme e questa volta in vista dei Campionati del Mondo 2013. Martedì il comitato di Pietro De Godenz incontrerà i partner commerciali, mercoledì e giovedì i responsabili delle emittenti televisive che si collegheranno con la località trentina, venerdì nuova “FIS inspection” per valutare lo stato dei lavori.

Una settimana decisamente intensa, ma con la soddisfazione ancora tangibile dei risultati del Tour de Ski.

Info: www.fiemme2013.com



Notizie correlate

05/11/2014: Worldloppet Magazine 2015

14/10/2014: ALÉ CHALLENGE 2014

06/10/2014: ALÉ CHALLENGE: UN'OTTIMA ANNATA

07/08/2014: PRIMO ALÉ CHALLENGE IN ARCHIVIO

MARCIALONGA, Loc. Stalimen, 4 - 38037 Predazzo (Tn) Italy, Tel. +39.0462.501110 | Fax. +39.0462.501120 | P.Iva 01344240229 | @contatti | impressum
Iscrizione presso l'ufficio del Registro delle Imprese di TRENTO n.131497 del 15/11/1991 | Cap. Soc. versato risultante dall'ultimo bilancio: €3201,99
Tutti i diritti sui contenuti testuali e multimediali di questo sito sono riservati © Marcialonga, č vietata ogni riproduzione degli stessi senza espressa autorizzazione

Realizzazione grafica e sviluppo: Juniper Extensible Solutions  Juniper-XS - Cavalese (Tn)